Vitaincorsa

Di corsa verso il benessere ®

Fondo lento (FL)

Il fondo lento (FL) è il modo più naturale di correre e sicuramente una delle modalità di allenamento più immediate per chi si avvicina alla corsa o riprende dopo un infortunio; ma nel lungo periodo e per chi ha superato l'approccio iniziale non può essere utilizzato come unica tipologia di allenamento.

Definizione
La velocità può variare da 1 minuto a 50 secondi al chilometro più lento del miglior tempo ottenuto su una prova massimale nei 5.000 mt, la quantità di lavoro varia da 10 a 12 Km o da 50 minuti ad un 1h e 10 min. Ad esempio correndo i 5000 in 25 minuti, quindi 5 minuti per km, il ritmo del lento può variare tra 6 minuti per km a 5 minuti e 50 secondi per km.

Vantaggi 
- Limita la sensazione di fatica.
- Utile per tenere sotto controllo il peso corporeo.

Svantaggi
- Utilizzato come unica modalità di allenamento diventa col tempo poco allenante e contribuisce alla progressiva trasformazione di una parte delle fibre muscolari in fibre lente.

Fisiologia
Dal punto di vista fisiologico gli effetti principali della corsa lenta sono:

- diminuzione della frequenza cardiaca; 
- aumento della gittata cardiaca; 
- aumento della capillarizzazione; 
- aumento della differenza artero-venosa; 
- aumento del numero dei mitocondri nelle cellule;
- miglioramento della termoregolazione; 
- miglioramento del sistema locomotore;
- trasformazione di una parte di fibre rapide in fibre lente. 

Questi effetti si traducono in un aumento del massimo consumo d'ossigeno (VO2max), per i principianti, e un miglioramento della resistenza aerobica (SAE) per chi è già ad un buon livello di allenamento.

Effetti sulle grandezze atletiche

Condividi

Annunci